Metodo Padovan - Riorganizzazione Neurofunzionale

Alcuni bambini faticano più di altri a progredire nello sviluppo delle proprie abilità motorie, linguistiche e cognitive. Il Metodo Padovan si rivolge a questi bambini, offrendo loro un sostegno e una guida nel loro percorso di crescita.

 

I FONDAMENTI

 

I bambini imparano prima a camminare, poi a parlare e, in ultimo, sviluppano le abilità di memoria, attenzione, ragionamento, ovvero, imparano a pensare.

In progressione, il bambino giunge, quindi, ad acquisire prima la competenza del movimento degli arti, del tronco, del capo e degli occhi, situando il proprio corpo in equilibrio nello spazio, poi affina le capacità di movimento della lingua e delle strutture annesse, che gli permettono di articolare il linguaggio; tutto questo costituisce la base per sviluppare i movimenti interni del pensiero.

Queste tre grandi famiglie di movimento, camminare, parlare e pensare, sono la manifestazione del processo di sviluppo e maturazione del sistema nervoso, la cui ossatura è geneticamente determinata, e proviene da centinaia di milioni di anni di evoluzione della vita sulla terra.

Tuttavia, è ormai accertato, che l’ambiente, inteso come il complesso delle esperienze che un individuo vive dal momento del suo concepimento, modifica tale processo intervenendo sull’espressione delle informazioni scritte sul genoma.

Le grandi fasi di sviluppo del camminare, parlare e pensare, attraverso le quali matura il sistema nervoso, e la sua plasticità, che gli consente di modificarsi con l’esperienza, sono due elementi chiave del Metodo Padovan® di Riorganizzazione Neurofunzionale, che gli utilizza per riabilitarne la funzionalità.

 

IL METODO

 

Il Metodo consiste nel ripercorrere, attraverso sequenze di movimenti, quello che naturalmente accade nello sviluppo dell’essere umano, riabilitando, così, motricità, linguaggio e pensiero che, nel loro insieme, sono la manifestazione della maturazione cerebrale.

La modalità con cui si svolge la seduta, il non lavorare sulla difficoltà, il canto e la ritmica della parola che accompagna i movimenti e la sala di lavoro con l’amaca per dondolare, la scala verticale e orizzontale per arrampicarsi e la comoda e colorata poltrona per le capriole e gli esercizi orali, creano un ambiente piacevole, che predispone il bambino ad accogliere l’esperienza aprendosi ad essa.

 

A CHI È RIVOLTO

 

Dal momento che il metodo stimola l’organismo a partire dai movimenti più arcaici favorendo la maturazione del sistema nervoso, esso ha un campo di applicazione molto vasto.

Nei bambini si applica a tutti i ritardi di sviluppo motorio, psichico, linguistico (dislalie, dislessie, disfasie, disprassie), ai disturbi neurologici legati ai traumi della nascita o posteriori, ai disturbi di apprendimento, ai problemi temporo-spaziali (lateralizzazione), ai disturbi di comportamento, ai casi di deficit di attenzione e concentrazione con o senza iperattività (THADA), all’autismo e alle sindromi genetiche.

 

FREQUENZA

 

Per riorganizzare la funzionalità del sistema nervoso è necessario ripetere le sedute a intervalli regolari per ottenere dei cambiamenti stabili nel tempo.

La frequenza è generalmente di 2 volte alla settimana e le sedute durano circa 45 minuti. La durata complessiva della terapia varia in funzione del bambino e della problematica da trattare. Anche se è difficile predire la durata della terapia, è utopistico attendersi dei miglioramenti durevoli nel tempo prima di una ventina di sedute. Questo non esclude il fatto che durante questo periodo si possano verificare dei miglioramenti a diversi livelli.

 

L’OPERATORE

 

Renato Busetto, laureato in scienze e tecniche psicologiche, è operatore certificato del Metodo Padovan. Da più di vent’anni, inoltre, pratica e diffonde lo yoga e lo shiatsu come strumenti di benessere.

 

per informazioni e appuntamenti

349 5678167 Renato Busetto

info@apassoduomo.com