Patrizia Pistolozzi

Dopo anni di antiginnastica, conosce lo Hatha Yoga nel 1999 con Beatrice Benfenati, in preparazione del primo parto e da allora pratica costantemente. Ha seguito i corsi di Gabriella Pacilio che, nel 2007, le ha fatto conoscere Willy Van Lysebeth grazie al quale ha potuto accedere agli insegnamenti del padre Andrè, considerato il pioniere dello yoga in Europa, e del suo Maestro, lo Swami Sivananda Saraswati. Nel medesimo lignaggio ha avuto come insegnanti Antonio Nuzzo, Wanda Vanni, Marie Rose Bardy e lo stesso Willy di cui è tuttora allieva e che considera il suo Maestro.

 

Nel 2016 ha conseguito il Diploma alla Scuola quadriennale della Federazione Mediterranea Yoga FMY, riconosciuta dall'Union Européenne de Yoga UEY.

Dal 2014 ad oggi ha avuto modo di conoscere le pratiche proposte da Gabriella Cella, Ram Rattan Singh, Boris Tatzky, Swami Asokananda. A Bologna ha seguito l’insegnamento di Marisa Giorgini ed il suo Yoga dell’Energia.

 

La ricerca nell’esplorazione della sensorialità e dell’ascolto attraverso lo strumento dell’attenzione, la sta avvicinando alla tradizione dello Śivaismo non duale del Kașhmir grazie all’incontro con Eric Baret e le allieve Stefania Redini e Dominique Dècavel. Sempre in seno a questa tradizione sta approfondendo le valenze della vibrazione sonora con Patrick Torre, con il quale ha intrapreso il percorso di formazione in Yoga del Suono conseguendo, per ora, i diplomi di primo e secondo livello.

 

Dal 2014 propone corsi e lezioni individuali di Hatha Yoga, in Bologna e Zola Predosa, come insegnante certificata dalla Federazione Mediterranea Yoga.

Partecipa inoltre alle attività di diffusione della filosofia yoga promosse dalla Associazione Anthropos di Bologna.

 

Bolognese, nata nel 1961, laurea in Filosofia, giornalista pubblicista.